Close

Felix REVELLO DE TORO (1926)

257.31

Usato

Figura femminile

Tecnica: disegno a matita.

Firmato e datato in basso al centro.

Misure: 60x44cm il disegno, 84x67 cm, con cornice.

Maggiori dettagli

 

Scheda di dati di

Stato Originale

Ulteriori informazioni

Revello de Toro: Una biografia incompiuta

Era nato nel 1926 e, forse, la vostra retina soggiorno ferita con l'incontaminata di luce e forme essenziali nelle loro opere

 05:00
  LAOPINIONDEMALAGA.È  
Un retrato del pintor malagueño.
Un ritratto del pittore di malaga. Gregorio Torres

María Jesús Pérez Ortiz Nostro amato e ammirato il connazionale Félix Revello è venuto nel mondo, nella primavera del 1926. Ana Maria di Toro Flores, una donna di straordinaria personalità e simpatia, ha dato alla luce il suo quinto figlio, assistito dal medico di Narbonne in Ospedale Nobile di Malaga. Lì, abbracciato dalla brezza del mare, ha aperto gli occhi al mondo, per la prima volta, questo squisito pittore e ritrattista eccezionale. Forse la tua retina soggiorno ferita con l'incontaminata luce e esencializadora di quella magica Città di Paradiso.

Nel quadro del monumentale calle Císter, vicino all'Abbazia di Santa Ana de Recoletas Bernardas e la casa e la bottega di Pedro de Mena, passò i primi anni della sua vita, accanto ai suoi genitori, José María Revello e Ana Maria di Toro e i suoi quattro fratelli, Maria Luisa, Maria vittoria, Jose Mª –recentemente scomparso– e Luis. Una famiglia cari, per quelle coincidenze della vita, fanno parte della biografia emotiva della morte del mio amato padre, il dr. José Pérez Martínez.

Il figlio Felix, di grande sensibilità, cresce con una storia di creatività, come lui stesso dice, che suo padre è stato uno dei migliori disegnatori della città, e non invano ha occupato un posto nella Scuola di Belle Arti, quando si trovava in piazza della Costituzione, al tempo direttore del centro che tale istituzione, gestito su strada Caserma. Come molti di parallels...! José Ruiz Blasco, padre di un altro di malaga universale, Pablo Ruiz Picasso, era un professore della scuola di San Telmo di Malaga. I due pittori, da prospettive e stili molto diversi, ha dato al mondo la sua arte, i due sono stati indiscutibilmente genio, un genio con il genio del male è stato, senza dubbio, Picasso; un genio con un buon genio, il nostro caro amico e vicino di Felix.

Come per il primo di formazione, acquisito nella Scuola di HH. Marista di studio dopo la scuola di alta presso il colegio del Palo, dove ha ricevuto lezioni di disegno dal padre di Oliver, il suo primo maestro. Di questi primi anni di infanzia, si è ricordato come, con solo 8 anni, torna a carbone e colpire l'immagine del Cristo della Buona Morte, che suo padre aveva in ufficio e che aveva una speciale devozione. Quando il pittore era in procinto di incontrare i suoi primi cinque anni di vita, una fatidica mattina del 31 maggio, suo padre entrò in casa e l'abbracciò sua madre che piange perché avevano distrutto il Cristo di Mena.

Dopo la morte di suo padre nel 1935, la famiglia si trasferì a la calle Ramos Marín, no. 2, accanto al Teatro Cervantes, dove potrete trascorrere tutta la guerra civile. Ci ha vissuto parte della sua infanzia, l'adolescenza e la giovinezza, dove negli anni 37 e 38 delle sue prime corse di prova d'arte, esposte nella vetrina di stampa e cancelleria di Ricardo Sánchez in New street. Alla fine di 38 anni, 12 anni, espone i disegni a china, acquerelli, ritratti di musicisti del tempo, ha firmato Félix Revello, nel commercio di Felix Saenz nella piazza vecchia di Pane.

Quando si avvia in studi di Belle Arti, sono stati gli insegnanti César Alvarez Dumond, Antonio Burgos Che, Rafael Murillo Racing e Federico Bermudez Gil, che sarebbe diventato familiarità con le opere di Sorolla, Benlliure, Muñoz Degrain, Martinez Cubells, Fernández Ocón...
All'età di 16 anni, nel 1942, il giovane Felix ha ricevuto il suo primo impegno professionale, come dovrebbe essere dipinto quindici banner per la Confraternita della Frase, che consisteva in quindici Misteri del Rosario, e una tela con la madonna del Rosario di Santo Domingo e Santa Casilda, ispirato a un'opera di Murillo. Per tutto questo ho preso il non trascurabile –per quegli anni– per l'importo di mille pesetas, e riconoscendo che, sin dal suo inizio, il suo valore artistico costante e brillante intuizione. Un anno più tardi, nel 1943, Manuel Pérez Bryan, il sindaco di Malaga, a quel tempo, e prestigioso medico, ha fatto un annuncio pubblico di due borse di studio in pittura a studiare a Madrid per 5 anni, guadagnandosi il plaza Félix e di essere accompagnati da Mingorance aan cento.

A Madrid, il giovane pittore, vive con sua zia Pepa, la sorella di sua madre, di entrare in Reale Accademia di San Fernando, dove ha come insegnanti di Benedito, Valverde, Núñez Losada, e lui sa di Zuloaga, Sotomayor, Solana e Scolpito, che avrà la sapiente direzione artistica. Dopo cinque anni, nel 1948, termina la carriera di Belle Arti con un Premio speciale, e questa volta vediamo i primi ritratti di Somerset Maughan, Walter Starkie e Vázquez Díaz.
Nel 1950, ha ricevuto un finanziamento di Carmen del Rio, che permette di viaggiare a Roma, dove rimarrà per un anno, direttore dell'Accademia di Spagna, nella capitale italiana, vostro concittadino, il pittore Fernando Labrada, che aveva già provato a Madrid ed entrambi lo hanno sostenuto nella sua carriera.

Sarà l'anno seguente (1952), quando si terranno le prime mostre personali in Galleria Macarrón, Madrid –ritratti, nature morte e fiori– e, successivamente, nel 1953 in Camera, Casino de Madrid, che si è consolidato nei circoli d'arte, come un ritrattista. Da quel momento si inizia ad ammirare e riconoscere la sua opera pittorica, essere acclamato sia dalla critica e dal mondo accademico. Di quegli anni, circa, penso che è la più bella scatola di rose che ha dato a mio padre –a volte era un medico in famiglia– con una nota, che al giorno d'oggi, sono molto orgoglioso: "la ragazza, Maria, Gesù, questi fiori, un piccolo ricordo della miniera, Felix Revello de Toro". Negli anni ' 50, il giovane pittore si assume il filo conduttore del classico quadro corte spagnola romantico-realistico. I volti dei suoi personaggi menzogna, con una dolce serenità nei suoi dipinti.

Nel 1953, torna a Malaga per il matrimonio con sua moglie, Maria de los Angeles –la sua amata Chini–, e rende la decisione ad essere presentate opposizioni per professore di Belle Arti, raggiungendo il numero uno per la Cattedra di Belle Arti di Barcellona, in la Scuola della Llotja di cui è stato direttore Frederic Marés, e dove ha anche ricoperto, nel suo giorno, l'insegnamento della malagueño José Ruiz Blasco, il padre di Picasso. Il malaga artista ha ritratto la sua dedizione fondamentale. Ha dimostrato di figure importanti della storia contemporanea, dal Re di Spagna personaggi della nobiltà e di numerose personalità del mondo della cultura, della politica e della finanza, anche se le donne sono i veri protagonisti delle loro opere. Corpi femminili che fare gala di sensuale eleganza e di contenuto erotico, avvolto in un alone di mistero dietro le loro vesti bianche. Le donne ci guardano con una punta di irraggiungibile, di tenerezza e di gioiosa nostalgia, forse in attesa di amore per svegliarti dal tuo sogno.

Corpi di donna viva e vera come etereo e immateriale, così lontane eppure così vicine, in un'armoniosa sintesi di opposti; sublimizadas essenze circondato da presenze della nostra vita quotidiana; i pavimenti, specchi, brocche, avvolto in un alone di mistero che ci trasportano in un mondo magico di sconosciuto ma sentimenti di gioia. Come Juan Ramon Eternità, Felix Revello ci introduce ad una donna divinizzata, di una donna nuda, non nel senso banale, ma nel senso di essenze di infinito , di ETERNITÀ. Magnifiche sono le riproduzioni dedicato alla sua amata Impero, a sua madre... la Sincerità velazquiana, ictus, energico, dolce, di contenimento e di sensuale eleganza. Ora, dopo tanti morti, sua moglie Maria Rosa, la sua musa, amato e ammirato, per aiutarlo a dipingere su tela che il sublime della vita.

Reviews

Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.

Write a review

Felix REVELLO DE TORO (1926)

Felix REVELLO DE TORO (1926)

Figura femminile

Tecnica: disegno a matita.

Firmato e datato in basso al centro.

Misure: 60x44cm il disegno, 84x67 cm, con cornice.

25 other products in the same category

Close