Close

Ford Montier Speciale 1931 4/3620cc.

275.1

Ristrutturato

Il veicolo è stato costruito nel 1931 in laboratori di Montier per la resistenza.

Sospensione rise 17 cm nel periodo.

Motore con pistoni più grandi, più grandi, valvole, albero a camme innalzato.

Pompa acqua rotante aggiuntivi. Pompa olio ad alta pressione.

Maggiori dettagli

 

Scheda di dati di

Stato Originale

Ulteriori informazioni

Accensione: Delco Lucas. Carburatore Ford Mod. 59 Verticale

La pompa elettrica. Trasmissione competizione Ford.

Freni idraulici Pompa di concorrenza.

Illuminazione 12v con alternatore.

In perfetto stato di funzionamento. Motore molto bene. Straordinario pezzo.

 

Storia

 
Il CH. Montier & Cie, prima della guerra, uno dei produttori indipendenti di automobili più di successo, specializzata in edizioni di lusso e auto sportive, che sono quasi sempre basate su parti meccaniche Ford.

Charles Montier (28 giugno 1879 a Napoli - giugno 1952, a Parigi), conosciuto come "Le Stregone", è stato un imprenditore francese e produttore di automobili che era diventato un pilota, tra gli altri, uno specialista di corse.

Charles Montier nato a Napoli. Il figlio di madre italiana e di un fabbro francese, ha trascorso la sua infanzia a Richelieu, la cittadina francese in cui suo padre, Elie Montier indossava fondata nel 1885.

Elie Montier era un uomo moderno per il suo tempo e che gli piaceva tutto ciò che riguarda il trasporto e, soprattutto, le ferrovie. L'appello delle macchine a vapore e la loro influenza lo ha portato a costruire una macchina di loro, e in questo processo, che è durato diversi anni, ha partecipato il figlio Carlo. Infine l'auto era finito nel 1895 e i risultati dei test sono stati abbastanza soddisfacenti. Nel 1897 Elie Montier deciso di sostituire la tua auto con il nome di “Voiturette à vapeur système Montier et Gillet”, ma non soltanto una copia, come il terribile rumore e la “enorme” velocità di uno spirito senza cavalli spaventati notevolmente per la gente di quel tempo, che correva spaventato per il suo passaggio. Suo figlio, Carlo Montier, ho 16 anni e sono arrivato alla conclusione che il tipo di veicolo a vapore non avrebbe alcun futuro, dato che il motore a combustione aveva appena sfondare con forza in questi anni.

Dopo l'esperienza con suo padre, Charles Montier si trasferisce a Parigi. Sul suo arrivo nella capitale, andò a lavorare in “établissements Pinède“ dove non voiturette di 2 caselle. Quando la ditta ha chiuso, ha allestito un piccolo laboratorio in rue de Charonne e con l'aiuto di suo padre, ha iniziato a costruire la propria auto. I primi modelli erano dotati di motori “bicilindrico” di nostra produzione e i seguenti motori ruote raffreddato ad acqua. Con uno di questi ultimi, ha partecipato ad alcune gare. Da quel momento, Charles Montier era già inoculato il virus del concorso.

Il lavoro eccessivo che si trovava di costruire e di mercato, allo stesso tempo, e la mancanza di capacità di investire nella vostra piccola impresa, che ha portato in Montier ha cessato la produzione.

Al suo ritorno dal servizio militare, Charles Montier ha voluto entrare a lavorare per una grande azienda, e non aveva troppi problemi per entrare a lavorare in una Darracq, a Puteaux. Grazie al suo talento e alla sua capacità eccezionale, è stato assegnato il compito di rendere le parti più delicate per i motori da corsa.

All'inizio del 1911, Charles Montier lasciato la fabbrica Darracq, e si trasferisce nella città di Tours, dove ha aperto un garage per la riparazione e la vendita di automobili. Ha iniziato con le raffigurazioni delle vetture Silva e Gobron, e nel 1912, Ford. Quello stesso anno entrò in una Ford 6hp al GP di Francia.

L'arrivo della Prima Guerra Mondiale, si fermò per due anni, il suo business nel mondo dell'automotive. Nel 1916, ha inviato il suo fratello per il suo garage in Tour con i piani per la conversione del T-Ford in un trattore agricolo. Questo è avvenuto tre anni prima dell'arrivo in Francia del Fordson. C'è voluto un anno di lavoro per lo sviluppo e l'attuazione di tre modelli. Che è stato il primo adattamento di Carlo Montier era su una Ford T.

La fine della seconda guerra mondiale fu catturato nel primo reggimento aviazione, e ha partecipato alla costruzione di dispositivi ingegnosi. Progettato un cruscotto luce che porta il suo nome, così come una bussola con vista laterale. Dopo la smobilitazione ha soggiornato a Parigi e aiutato finanziariamente con la sua ex-tenente che è diventato un amico, ha fondato la società di autonoleggio, “Charles Montier & Cie.”. Il laboratorio è ubicato a Courbevoie e locali di esposizione e di vendita in rue Pierre Charron, a due passi dagli Champs-Elysées. Il laboratorio divenne ben presto troppo piccolo, ed è stato spostato a Levallois, e poi a Asnières. Il business del Tour era nelle mani di suo fratello.

Charles Montier era a conoscenza dei match che ho potuto ottenere il modello T della Ford, l'esecuzione di varie trasformazioni, abbassando il telaio e accendere il motore. Ford-Montier diventerà ben presto il preferito in tutti gli eventi sportivi del momento.

Il sistema utilizzato da Montier per abbassare il telaio e potenziare il motore della Ford T sarebbe brevettato il 15 settembre 1921, con il numero di brevetto 541090. Questa trasformazione ha richiesto parti e radiatori speciali di dimensioni più grandi rispetto allo standard. I corpi sono stati costruiti da "Weymann". Ford-Montier potrebbe raggiungere i 100 km/h di velocità massima. A dare l'auto di un sistema di frenata che è efficace, è entrato freni di grande diametro, che successivamente sarebbe stato sostituito con il freno anteriore Perrot. Tutte queste trasformazioni sono svolte tra gli anni 1921 e il 1923.

La prima auto da corsa è stato costruito nel 1921 e ha ottenuto il suo primo grande successo nella gara a Boulogne-sur-Mer. I 3 km di gara sono stati percorsi ad una velocità media di 128 Km/h.

Nel 1922, Ford-Montier erano presenti nella maggior parte delle gare francesi e belgi. Una delle migliori voci è stata quella di Dinant, in Belgio, in cui Ford-Montier corse sotto la pioggia per una media di 133 km/h.

1923 è stato un anno che ha visto il Gran Premio della 24 ore di Le Mans. Charles Montier era molto arrabbiato con l'ACF hanno negato la registrazione della sua auto da corsa Grand Prix di Tours. Quell'anno vide la prima edizione della 24 ore di Le Mans, e Charles Montier deciso di intraprendere questo progetto. Ford-Montier Speciale 2 litri, ha giocato con il numero 19, e guidato da Carlo Montier e Albert Ouriou, terminando la gara e la qualificazione in 14 ° posizione. La massima velocità raggiunta è stata di oltre 120 km/h, e ha viaggiato per una distanza totale di 1674,414 Km. una media di 69,769 Km/h.

L'anno seguente, nel 1924, Charles Montier e Albert Ourion partecipato di nuovo con il numero 23, e con lo stesso tipo di veicolo, ma con un motore di 3 litri, e i freni montati sulla parte anteriore. Purtroppo la rottura di un pistone che lo ha costretto a lasciare durante la notte in 40, dopo un viaggio 690,480 Km.

Nel 1925, la Ford-Montier partecipato per l'ultima volta la 24 ore di Le Mans. Con il numero 17 e il guidato da Carlo Montier e Albert Ourion, la Ford-Montier Speciale perso una ruota e si è dovuto ritirare al giro 54, dopo aver camminato 932,148 Km. In mattinata, il direttore di gara squalifica l'auto per non dover viaggiare le distanze minime di legge.

Tra il 1926 e il 1928, il business ha continuato, e una nuova macchina chiamata Montier-Spéciale ha visto la luce. E ' stato attrezzato con le più recenti miglioramenti. Carrozzeria 2 posti e freni anteriori Bordino, 2 carboidrati e 2 candele per cilindro. Il motore sviluppa 90 cv, la velocità era di 170 Km/h.

Nel 1927, Carlo e suo figlio Ferdinando erano 9 e 10, rispettivamente, nella “Coupe de la Commissione Sportiva”.

1928 fu l'ultimo anno della Ford T. Carlo è specializzata in Ford americani, e nel 1930 hanno costruito un modello basato su una Ford A. Charles Montier ha continuato a competere con la Ford e successivamente con il Ford V8.

Nel 1933, ha costruito un Montier Speciale con due motori a 4 cilindri in linea da Ford Per creare un 8 cilindri. Questa vettura è stata costruita sul telaio di un modello dal 1930, e dotato di un corpo macchina e un lungo cofano.

Nel 1933, Charles Montier non è riuscito a qualificarsi per il GP di la Baule. Questo fatto lo ha portato a prendere la decisione di ritirarsi dalla competizione. Il rallye di Juan-les-Pins”, nel 1934, fu l'ultimo evento sportivo presso la Charles Montier vorresti partecipare.

Nel 1934, e pur avendo difeso la Ford nome sulle strade e circuiti per anni, rischiando anche la propria vita, Ford non rinnovare il contratto con Montier come un agente di distribuzione.

Charles e suo figlio Ferdinando andò a lavorare in una compagnia di taxi di Parigi, utilizzando uno dei Montier Speciale fino all'arrivo della Seconda Guerra Mondiale.

 

 

Reviews

Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.

Write a review

Ford Montier Speciale 1931 4/3620cc.

Ford Montier Speciale 1931 4/3620cc.

Il veicolo è stato costruito nel 1931 in laboratori di Montier per la resistenza.

Sospensione rise 17 cm nel periodo.

Motore con pistoni più grandi, più grandi, valvole, albero a camme innalzato.

Pompa acqua rotante aggiuntivi. Pompa olio ad alta pressione.

Il nostro impegno

Garanzia di serietà

  • Lavoriamo a livello nazionale e internazionale.
  • Tutti i veicoli sono stati controllati da personale specializzato.
  • Gestiamo il trasporto personalizzato e / o la documentazione preventiva pro forma approvata.
  • Per evitare delusioni, è consigliabile vedere il veicolo prima di fare offerte. Per richiedere un appuntamento per un'ispezione, si prega di contattare Artsvalua per vedere la disponibilità.

3 other products in the same category

Close