Close

Hispano Suiza. T16. 3000cc. 1924

207.3

Ristrutturato

1ª Immatricolazione: 1924.

Tipo di cambio: Manuale.

Motore: 4/2950cc.

Lezioni nazionale. Il barcellona.

Colore: Crema, interni di lusso originale del gioco.

In perfetto stato di funzionamento.

Palmares in "Ral-li Internacional de cotxes d Tempo" Barcellona-Sitges

Maggiori dettagli

 

Scheda di dati di

Stato Il ripristino di vecchie

Ulteriori informazioni

La Hispano-Suiza, Fabbrica di Automobili, SA


 

Dati dell'azienda

Anno di fondazione

14 Giugno 1904, Barcellona (Catalogna, Spagna)

 

Prodotti

· Auto, fondamentalmente lusso e della concorrenza

 

· Motori di aerei e di mare

 

· Automobile, trasporto di viaggiatori, merci, navi da guerra e la guerra

 

· Armi

 

Anni di produzione di automobili e auto città

Spagna

Dalla fine del 1904 al 1936 e dal 1939 al 1945

 

Francia

Dal 1911 al 1938

 

Capitale Iniziale

500.000 di pesetas

 

Le sedi di produzione

Spagna

Barcellona (il 1904 e il 1907)

 

La Sagrera (Barcellona, dal 1907)

 

Ripoll (dal 1915)

 

Guadalajara (dal 1920)

 

Francia

Parigi, Levallois-Perret (1911 al 1914)

 

Bois-Colombes (1914)

 

Hispano-Suiza è una società spagnola di automobili di lusso e di concorrenza, che ha anche avuto il suo spartiacque nella progettazione e produzione di motori per aviazione, marina, mezzi di trasporto, e militari, così come le braccia. Il marchio è stato fondato a Barcellona nel 1904 da imprenditori spagnoli Damià Mateu ho Bisa, Francisco Seix Zaya e l'ingegnere svizzero Marc Birkigt. L'azienda ha avuto un grande sviluppo durante il secondo e terzo decennio del XX secolo fino alla sua divisione automotive è stato nazionalizzato da INI (Industria Nazionale, Istituto, nell'anno 1946, per la costituzione di m nasa, un produttore di automobili con il marchio Pegaso2 e la nazionalizzazione del settore aero-motori presentato in Francia il governo francese nel 1920, la creazione della "Societé Française Hispano Suiza, S. A.", di essere assorbita da Snecma, una filiale del gruppo francese SAFRAN nel 1968.

 

Storia

Società Generale spagnolo Noleggio Auto E. del Blocco (1898-1901)

La "Compagnia Generale Española de Vetture Vetture Emilio de la Cuadra, Limited partnership" è una società spagnola che era stata fondata a Barcellona nel settembre del 1898 da un militare spagnolo, capitano di artiglieria, e un ingegnere industriale, a cura di Emilio de la Cuadra Albiol.4 È situato in Diputació street, angolo del Paseo San Juan a Barcellona.4 Oltre alla produzione di automobili hanno portato la rappresentanza delle vetture Benz.

Su suggerimento di Carlos Vellino, un ingegnere di origine svizzera che ha lavorato in fabbrica, Emilio de la Cuadra assunto nell'agosto del 1899, un giovane ingegnere svizzero di 21 anni che aveva lavorato a Barcellona per diversi mesi, Marc Birkigt.

A causa del guasto del motore elettrico, per rendere la manifestazione pubblica nel mese di agosto del 1900, una volta chiamata la stampa, Vellino lascia l'azienda e Marc Birkigt viene nominato direttore tecnico.

Mentre il design di una vettura elettrica conclusa con un fallimento, interrumpiéndose la sua fabbricazione, nel 1900, Marc Birkigt aveva studiato nel frattempo le automobili del Benz, che ha rappresentato la società, concentrandosi soprattutto sulla parte meccanica. In questo modo, Birkigt capito le enormi possibilità offerte dal motore di esplosione, arrivando alla conclusione che questo possa essere il futuro dell'industria automobilistica.

In questo modo, Marc Birkigt costruito diverse unità nel 1900 per testare un motore a combustione interna che si è rivelato un successo, grazie alla sua grande qualità, semplicità e funzionalità, che si staglia sopra il restante mercato. Birkigt progettato due motori, entrambi a due cilindri con 4,5 e 7 HP, rispettivamente. A metà del 1901 i veicoli del Blocco ha cominciato ad essere pronto.

Tuttavia, la capacità finanziaria del Blocco è stato molto limitato, che hanno aderito alla sciopero generale del maggio 1901, e per le poche vendite di automobili del Benz, led Emilio dal Blocco di dichiarare la sospensione dei pagamenti in quello stesso anno. Il militare ha cercato di re-immettere l'esercito.

La società ha fatto solo circa cinque copie della serie di sei che avevo programmato.

Età d'oro della Hispano-Suiza, anni 20 e 30

Il successo ottenuto dal brand spagnolo con i loro motori di aviazione durante la Prima Guerra Mondiale, ha causato la loro capitali per crescere enormemente, dando come risultato 6.500.000 pesetas di capitale nel 1915, e 10.000.000 di pesetas nel 1918. Vista la crescente richiesta, abbiamo acquistato più terra in La Sagrera, e ha aperto una nuova fabbrica nel 1915 nella città di Ripoll per impostare la ausiliario sezioni della società.

Da quel momento, l'Hispano-Suiza sfoggiato un nuovo stemma, insieme con le bandiere della Spagna e Svizzera: la cicogna, in onore di uno squadrone di aerei francese, dotate di motori Hispano-Suiza, che è stato evidenziato con le sue vittorie in guerra con una combattente, che ha dipinto questo uccello sulla fusoliera del velivolo. Quando nel 1917 morì in combattimento uno dei più importanti piloti di aviazione partner, Georges Guynemer, un membro del sopra citato squadrone di cicogne, Hispano-Suiza adottato la cicogna come mascotte del brand, in omaggio all'eroe.

Il primo aspetto della cicogna d'argento è stato prodotto al motor show di Parigi del 1919, sul cofano della nuova Hispano-Suiza H6B, una macchina di lusso, avant-garde e tecnica sofisticata che rode i nuovi motori sulla base dell'aviazione. Il veicolo costituita, oltre a una prima mondiale: i freni servoasistidos. Molto presto, altre marche come la Rolls-Royce, Renault, General Motors, ha chiesto il brevetto per Hispano-Suiza, a causa del fatto che si tratta di un sistema efficace per frenare correttamente automobili di molto il peso, come la grande berlina di lusso auto.

Nel frattempo, a Barcellona è paralizzato quasi totalmente la produzione nel 1919 come risultato di forti tensioni sul lavoro.

Nel 1920, è tornato sulla produzione nello stabilimento francese di Bois-Colombes con il nuovo telaio della H6B, una macchina davanti a suo tempo, dotate di motore a 6 cilindri, e 6.6 L, in grado di raggiungere i 150 km/h. Il modello è stato creato con l'obiettivo di competere con Rolls-Royce, è stato un successo nel mercato.

Anche nel gennaio del 1920, il re di Spagna ha inaugurato il nuovo stabilimento Hispano a Guadalajara, richiesto dal re Alfonso XIII di Damián Mateu per garantire l'approvvigionamento di auto, camion e motori aeronautici per l'esercito spagnolo. La nuova società era stata fondata nel 1917 con il nome di "spagnola, Fabbrica di automobili e materiale di guerra, Limited partnership". Mentre Mateu è stato anche presidente, e i disegni di Birkigt, ha deciso di dare un'entità indipendente. C'erano anche militari facenti parte del consiglio di amministrazione. In esso sono stati un paio di automobili a prezzi accessibili che non incorporano la bandiera Svizzera nello scudo, come il modello "Guadalajara", un programma di utilità di tipo 24 8/10 HP, ma soprattutto costruito camion per uso civile e militare, armi e attrezzature militari. Durante questo periodo ci sono anche alcuni veicoli corazzati da combattimento e ha anche creato una sezione separata per la costruzione di aeromobili, la Hispano Velivolo, che è venuto a aeroporto stesso.

Vale la pena notare la vittoria nel 1921, il re Alfonso XIII nel corso di "La Cuesta de las Perdices" (Madrid), stabilendo un nuovo marchio con un siluro H6 serie, sempre molto buone recensioni fra il pubblico e per i buongustai.

In parallelo, la Hispano-Suiza continua dei record nel 1924 con il nuovo modello H6C uscito dalla fabbrica, di Parigi, di 160 CV e oltre 150 km/h l'auto più veloce del suo tempo. Abbiamo progettato in due versioni, una a passo lungo di lusso e un altro telaio corto per il concorso. Che anno ha venduto due auto H6C telaio corto verso la Gran Bretagna, uno per il capitano Kingston e l'altra al Lupo Barnato, che ha rotto 8 record del mondo nel novembre del 1924, nel motore circuito di Brooklands. Con il passare degli anni continuano ad accumularsi le vittorie con il H6C telaio breve in Spagna, il Regno Unito e gli Stati uniti, dove Carlo Weyman batte una Stutz bordo H6C nel Circuito di Indianapolis nel settembre del 1928.

Nel 1924, a Barcellona ha iniziato la produzione del T49, una versione semplificata e ridotta la grande H6 francese, che aveva un motore a 6 cilindri con la stessa configurazione del modello di grandi dimensioni, ma con la testa del cilindro estraibile. Questo e il blocco di ghisa. Un anno dopo è uscito anche a Barcellona il T48, un modello inferiore di 4 cilindri, 58 CV.

Nel 1925, Carlos Ballester ottenuto la rappresentazione del marchio Hispano-Suiza in Argentina. L'accordo, incluso in una prima fase di importazione del telaio, e la successiva costruzione di organi nel paese, e più tardi per essere realizzato nella sua interezza. È stato creato in modo che la società "spagnolo-Argentino Fabbrica di Automobili S. A. (HAFDASA)", destinato alla produzione di automobili e di motori, Hispano-Suiza, in aggiunta di parti e accessori per questa e altre marche di automobili, camion e autobus. Tra i modelli prodotti in evidenza il T49, si stima che il numero di copie prodotte circa 200. L'Ispano-Argentina è venuto a produrre motori diesel di loro, fino a 150 HP. Con loro attrezzato camion e autobus che aveva poco a che fare con la Hispano-Suiza spagnolo.

Dal 1926 al 1929 ha anche fatto il successo H6B sotto licenza, nel territorio della ex Cecoslovacchia da parte del marchio Škoda. Prima di tutto, mettere insieme i componenti, ha ricevuto dalla Francia, per successivamente fabbricare e montare la macchina nella sua interezza. Sono venuto per la realizzazione di circa 150 posti auto che sono stati indicati come "Škoda-Hispano-Suiza 25/100 PS".

Nel 1928 ha lanciato in Francia un nuovo modello, la suprema 56 46 CV e 6 cilindri in acciaio niturado che come negli anni precedenti, hanno confermato una superiore qualità del marchio, la tecnologia, il design e l'eleganza.

Un anno più tardi, nel 1929, si è iniziato a Barcellona nella costruzione del H6C bis versione migliorata del T60.

Nel campo dell'aviazione vale la pena notare che il volo di Gesù, il Grande Potere nel 1929, un velivolo Breguet 19 azionata da un motore Hispano-Suiza 600 CV, che ha attraversato l'Oceano Atlantico da Siviglia a Bahia (Brasile), e poco dopo, un aereo equipaggiato con un motore progettato da Marc Birkigt è stato uno storico volo non stop sulla rotta Parigi-New York. Sarebbe la più grande impresa del tempo.

La prova della crescita economica vissuta in Europa durante gli anni ' 20 sono le due mostre che si tengono in Spagna nel 1929. La prima è stata l'Esposizione Ibero-Americana de Sevilla, nel quale la bandiera Ispano-la Svizzera è situato in Avenida de Portugal, opera dell'architetto Vicente Traver e occupa una superficie di 1.500 m2. Nello stesso anno è stato organizzato anche l'Esposizione Internazionale di Barcellona, essendo situato nel padiglione dell'azienda sul viale del Mirador di fronte al Palazzo Nazionale di Montjuic.

I modelli in ordine cronologico (auto della città e del turismo)

Modello

Anni di casting e produzione

No. di cilindri

Potenza (HP)

Motore cilindrata (cc)

Freni

Cambiare

Velocità massima (km/h)

Luogo di fabbricazione

10 HP

1904

4

10

~

~

~

~

Spagna

14-16 HP

1904

4

Dal 14 al 16

~

~

~

~

Spagna

20-30 HP

1904-1907

4

Dal 20 al 30

~

~

~

~

Spagna

Battleship tipo Birkigt

1905

4

20

~

~

~

87

Spagna

20-30 HP

1906

~

Dal 20 al 24

~

~

~

100

Spagna

40 HP

1906

~

40

~

~

~

100

Spagna

60-75 HP

1907

6

Da 60 a 75

~

~

~

~

Spagna

12-15 HP

1907

~

Dal 12 al 15

~

~

~

~

Spagna

24-30 HP

1908

4

Dal 24 al 30

~

~

~

~

Spagna

30-40 HP

1908

4

Da 30 a 40

~

~

~

~

Spagna

15-20 HP

1909

4

Dal 15 al 20

~

~

~

~

Spagna

20-30 HP

1909

4

Dal 20 al 30

~

~

~

~

Spagna

Alfonso XIII

1912

4

64

3620

Tamburo sulle ruote posteriori (freni posteriori)

Manuale a 3 marce e retromarcia

121

Spagna e Francia

T21

1913-14

~

Dal 15 al 30

~

~

~

~

Spagna

T22

1913-14

~

Dalle 18 fino a 60

~

~

~

~

Spagna

T23

1913-14

~

Da 30 a 90

~

~

~

~

Spagna

T26

1914-15

~

20

~

~

~

~

Spagna

T30

1915-24

~

16

~

~

~

~

Spagna

32 CV

1916

~

32

~

~

~

~

Spagna

H6B

1919-1932

6

135

6600

Tamburo 4-wheel brake assist Ispano-Svizzera

Manuale a 3 marce e retromarcia

137

Francia

H6C

1924-1934

6

160

8000

Tamburo 4-wheel brake assist Ispano-Svizzera

Manuale a 3 marce e retromarcia

177

Francia

T49 (versione spagnola del H6B)

1924-1936 e 1939-1944

~

~

~

~

~

~

Spagna

T48

1925

4

90

3746

~

~

~

Spagna

T56 (versione spagnola del H6C)

1928-1936

6

46

~

~

~

~

Spagna

HS26 o Hispano-Suiza Junior

1931-1932

~

~

~

~

~

~

Francia

T64

1931-1933

~

~

~

~

~

~

Spagna

J12

1931-1938

12

220

9500

~

~

185

Francia

T60/ T60 RL/ T60 RLA

1932-1936 e 1939-1945

~

~

~

~

~

~

Spagna

K6

1934-1938

6

120

5200

Tamburo 4-wheel brake assist Ispano-Svizzera

Manuale a 3 marce e retromarcia

140

Francia

 

Reviews

Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.

Write a review

Hispano Suiza. T16. 3000cc. 1924

Hispano Suiza. T16. 3000cc. 1924

1ª Immatricolazione: 1924.

Tipo di cambio: Manuale.

Motore: 4/2950cc.

Lezioni nazionale. Il barcellona.

Colore: Crema, interni di lusso originale del gioco.

In perfetto stato di funzionamento.

Palmares in "Ral-li Internacional de cotxes d Tempo" Barcellona-Sitges

Il nostro impegno

Garanzia di serietà

  • Lavoriamo a livello nazionale e internazionale.
  • Tutti i veicoli sono stati controllati da personale specializzato.
  • Gestiamo il trasporto personalizzato e / o la documentazione preventiva pro forma approvata.
  • Per evitare delusioni, è consigliabile vedere il veicolo prima di fare offerte. Per richiedere un appuntamento per un'ispezione, si prega di contattare Artsvalua per vedere la disponibilità.

16 other products in the same category

Close