Close

Seat 850. Spider. Cabrio. 4/850cc. 1969.

326.1

Ristrutturato

Anno di fabbricazione: 1969.
Tasso di cambio: manuale. Dotata di ruote e coprimozzi originali Seat.
Motore: 4 / 850cc. MOT valido.
Registrazione di Madrid.
Colore: rosso, interni originali.

Maggiori dettagli

 

Scheda di dati di

Stato VENDUTO

Ulteriori informazioni

Danno: lamiera e vernice usurate dallo sfregamento sul lato. Motore 42202 k, Carburazione, cromature e cerchi sporchi, manca il logo della piastra laterale, manca la tappezzeria usata, la pulizia generale è funzionante, buon sottoscocca. Cappuccio usurato. Guarda le foto. No ossidi.
Seat 850. Spider. Cabrio. 4 / 850cc. 1969.

 

SEAT, l'ex "Società spagnola di auto da turismo", è attualmente un importante pilastro del gruppo Volkswagen (VAG). Non è sempre stato così, tutt'altro, il marchio con sede a Barcellona trascina perdite da molti anni e ai vertici della Volkswagen è mancato poco per porre fine alla loro breve storia. Ma fortunatamente, hanno trovato quel pulsante magico che apre le porte al successo e SEAT ha iniziato a dare i suoi frutti anno dopo anno. Oggi, il marchio spagnolo è responsabile di molte sezioni all'interno di VAG, come lo sviluppo di una nuova piattaforma per le auto elettriche.

Tuttavia, l '"età dell'oro" di SEAT è molto indietro. Erano gli anni '60 e '70, la Spagna viveva in una bolla sotto il manto di Francisco Franco e le importazioni, come tutti sappiamo, erano molto limitate. Per avere certi prodotti era essenziale fabbricarli sul territorio nazionale se non si voleva subire pesanti dazi, qualcosa di simile a quanto sta accadendo attualmente in Cina e al protezionismo del "prodotto nazionale". In quegli anni SEAT dà il meglio di sé quasi senza concorrenza e grazie al contratto di licenza con FIAT riesce a proporre modelli di nuova generazione estremamente interessanti.

 

Le auto italiane, a prescindere dal segmento, hanno sempre avuto un mood leggermente sportivo e SEAT ha saputo sfruttare questa caratteristica in un mercato con poche opzioni di prestazioni che erano anche piuttosto costose. Fu allora che SEAT si concesse il lusso di avere a catalogo una cabrio dal chiaro approccio ludico e dal design accattivante ideato da Giorgetto Giugiaro, che lavora per Bertone: la SEAT 850 Spider. Questa vettura ha avuto l'onore di essere la prima decappottabile del marchio ed è stata prodotta su licenza FIAT tra il 1969 e il 1972. Era piccola, con solo due posti e aveva le caratteristiche tipiche dell'epoca: motore quattro cilindri posteriore raffreddato ad aria con 903 centimetri cubi e 52 CV. Aveva un cambio manuale a quattro velocità che inviava potenza alle ruote posteriori e dispensava tutta l'assistenza che le auto hanno oggi. E soprattutto, pesava appena 700 chili.

Questo piccoletto era la seconda serie della FIAT 850 Spider Bertone, che era già stata venduta in Italia dal 1965. Un totale di 1.732 unità furono prodotte nella Zona Franca di Barcellona e quando fu messa in vendita, non c'era niente di simile. Forse qualche modello di importazione, estremamente raro e molto più costoso e ovviamente, era il sogno di molti appassionati di auto in quella Spagna franchista e non tutti potevano accedervi, perché il suo prezzo, oggi una vera risata, era lontano da molti utenti: 138.000 pesetas , circa 829 euro. Come curiosità storica, le prime 919 unità prodotte parti usate adattate da FIAT e Bertone, mentre le restanti 813 furono assemblate con elementi di fabbricazione nazionale. C'erano anche due versioni da competizione, con un motore 1.6 da 149 CV e 1.7 con non meno di 161 CV.

 

Quando la SEAT 850 Spider arrivò sul mercato, alcune pubblicazioni specializzate si lamentarono delle poche offerte per il tempo libero e convertibili che un paese come la Spagna, con uno dei migliori climi d'Europa, aveva in quel momento. I marchi, in particolare SEAT, si stavano sforzando di creare modelli di utilità che potessero essere utilizzati per tutto da una classe media sempre più ricca mentre, come alcuni dicevano all'epoca, si stava formando un gruppo di utenti e appassionati desiderosi di avere una seconda auto. L'auto stessa non è stata esente da critiche, principalmente in circolazione per città da quando il suo motore ha iniziato a funzionare adeguatamente sopra i 3.500 giri. Se il pilota voleva divertirsi, consigliava un buon uso della doppia frizione per mantenere il motore nella "zona buona" e doveva abituarsi ad uno sterzo molto sensibile.

Un modello da sogno, che SEAT non ha mai più avuto e forse non avrà mai più. Un'auto che nel 2019, come la Morris Mini Minor, compie 60 anni.

Reviews

Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.

Write a review

Seat 850. Spider. Cabrio. 4/850cc. 1969.

Seat 850. Spider. Cabrio. 4/850cc. 1969.

Anno di fabbricazione: 1969.
Tasso di cambio: manuale. Dotata di ruote e coprimozzi originali Seat.
Motore: 4 / 850cc. MOT valido.
Registrazione di Madrid.
Colore: rosso, interni originali.

30 other products in the same category

Close